Strategia Benessere Counseling: al vostro fianco per consulenza psicologica, separazioni, adolescenti, coppia, famiglia
 
chi siamo
 
 
consulenza
 
 
consulenza gratuita
 
 
ipnosi
 
 
 
Scriveteci tranquillamente, avrete consigli e sostegno gratuito.

Perché scrivere ad uno dei nostri professionisti on-line
A cura della redazione

Strategia Benessere Counseling: al vostro fianco per consulenza psicologica, separazioni, adolescenti, coppia, famigliaIl counselor, lo psicologo i professionisti seri che operano con competenza e rigore  e sono capaci provare empatia e di capire i dolori e le gioie degli individui destinatari del loro intervento professionale, si lasciano guidare dal codice deontologico come una bussola che li orienta nel rispetto delle persone pazienti/clienti/utenti destinatarie del loro intervento proprio come una bussola, che serve ad orientare le scelte e i propri atti comportamentali e guidare con competenza e rigore; inoltre, dovrebbe rappresentare una forma di password parola d’ordine che favorisce la comunicazione. Questo non significa esercitare una professione priva di creatività e libertà operativa, La professionalità psicologica è una crescita personale ed interpersonale sulla base di una triangolazione bilanciata e continuativa tra "professionista, cliente/paziente e comunità"e richiede un interscambio continuo tra la dimensione intrapersonale ed interpersonale, e l'una implica e crea i presupposti per l'altra.

L’intervento viene ritenuto benefico quando migliora la comprensione di sé e degli altri e favorisce nel soggetto una condotta maggiormente consapevole della realtà e più in sintonia con essa. Il professionista deve tutelare prioritariamente l’individuo destinatario dell’intervento e pertanto rispettarne la dignità, le opinioni e credenze, senza operare discriminazioni in base alla religione, etnia, nazionalità e stato socio-economico del paziente.
La possibilità di relazionarsi on-line è una opportunità senza precedenti di consultare un professionista senza il timore di svelare la propria identità, significa avere la possibilità di trattare argomenti inconfessabili senza avere l’angoscia di essere giudicati.
Per un corretto esercizio, lo psicologo,  è tenuto al segreto professionale, non rivela notizie, fatti o informazioni apprese, né informa circa le prestazioni effettuate o programmate, poiché esso trova sostegno nell’interesse a proteggere il paziente; Nonostante questo accade spesso che il paziente deve superare una barriera psicologica di ostacoli e paure di varia natura, volte anche inconsapevoli, prima di aprirsi liberamente e permettere al professionista di intervenie nella maniera adeguata. Tutto questo può tradursi in sofferenze, disagi oltre naturalmente a perdita di tempo e denaro. Senza nulla togliere alla tradizionale forma di intervento face to face che rimane ancora insostituibile rispetto a quella virtuale, rimane il fatto tuttavia che anche quest’ultima, nonostante le numerose dibattute e note problematiche, proprio per le sue caratteristiche di salvaguardia della privacy, della libera assunzione di identità fittizie consente una libera esplorazione di spazi conoscitivi mai varcati per timore pregiudizio o vergogna.

In sintesi, si potrebbe dire, che una professionalità come quella descritta e alla quale aderiamo è quindi da interpretare in termini di “servizio” reso alla società e all’utenza.
Oggigiorno per promuovere il benessere non basta più solo rimuovere un malessere in atto( come prevede in parte la psic terapeutica) ma è necessario rimuovere le cause del disagioche producano effetti patogeni (psic della salute).
Osservando l’attuale società dei quesiti sorgono spontanei: fino a dove si spinge la ricerca del benessere? A volte non si corre il rischio di equiparare il desiderio al bisogno? Come ci si deve porre davanti a questioni come: un figlio a tutti i costi; uso massiccio della chirurgia plastica? Nell’art. 3  del CD è esplicitato che un altro compito dello psic è “migliorare la capacità delle persone di comportarsi in maniera consapevole”. L’intervento dello psic deve quindi essere funzionale allo sviluppo e alla crescita della persona. Non si deve fermare al problema circoscritto ma deve potenziare globalmente il soggetto mobilitando tutte le risorse. E’ necessario sviluppare un’attenzione alla persona come globalità e con continuità nel tempo. Come espresso anche in altri articoli, lo psicologo deve stimolare l’autonomia cognitiva dei soggetti. Nostro compito non è indurre opinioni ma favorire l’autonoma capacità di formazione delle opinioni.

Gli enormi mutamenti che contraddistinguono la nostra era ricadono sotto il nome di globalizzazione non solo perché riguardano il globo in quanto estensione geografica ma anche e soprattutto perché concernano sconvolgimenti profondi nell’essere umano e nel suo essere inserito in un eco-sistema in rapidissima trasformazione. La globalizzazione, però, in quanto processo di, non può non come una questione sia a livello macro che micro.
Per esplicare e sostanziare il primo possiamo focalizzarci su questioni di emigrazioni di  convivenze religiose, di nuove forme di comunicazione mediata dal computer, internet; a livello micro si pone alla ribalta la soggettività, l’identità e la costruzione del proprio Sé, le nuove concezioni familiari (matrimoni misti), il meticciato, l’individualismo ed i riferimenti collettivi.
 In conclusione aggiungiamo che globalizzazione e cultura hanno ripercussioni per quanto riguarda il lavoro dello psicologo ed il lavoro della psicologia anche per quanto concerne l’insorgere di nuove propaggini disciplinari ed a livello diagnostico.
Sotto la spinta della pressione economica dell’industria farmacologica (esempio questione Prozac) nasce infatti oggi l’etnopsicofarmacologia sulla base degli studi neuro fisiologici della plasticità cerebrale e sul presupposto che culture diverse sono correlate a funzionamenti e strutture organiche e metaboliche diverse.
Per quanto concerne, invece, l’approccio diagnostico sino ad oggi le variabili culturali sono state considerate nel DSM IV in riferimento ai Criteria of Adjustment Disorder; il congresso mondiale di psicopatologia svoltosi a Roma nel 2002 ha però constato come le nuove situazioni imposte dalla globalizzazione determinino nuove forme di maladattamento, prodromi di quadri ad alto tasso di premorbidità e comorbidità, ed ha perciò deciso di dare maggiore spazio e rilevanza alle variabili culturali lungo l’asse dei disturbi di personalità (asse 2) del DSM V in uscita nel 2010 e sensibilizzazione alle domande del Cultural Formulation.
 
Negli ultimi due decenni si è osservato un cambiamento significativo verso un atteggiamento di dialogo e riavvicinamento fra le varie scuole di psicoterapia rispetto al clima fazioso e parrocchiale presente in passato.
Abitualmente nel confronto fra i diversi orientamenti psicoterapeutici ciascun approccio si è caratterizzato per contrasto con gli altri. Per esempio, la psicoanalisi è definita per contrasto con la terapia comportamentale per l'enfasi posta sui processi inconsci, mentre la terapia comportamentale si caratterizza, rispetto alla terapia psicoanalitica, per l'attenzione accordata.
Come nel caso delle differenze razziali, le qualità del gruppo di appartenenza che sono percepite come positive mentre ad altre tradizioni si attribuisce una qualità negativa o caricaturale. Si utilizza perciò l'altro per caratterizzare e rafforzare i valori del sé.
Si crea così la possibilità di giungere a un dialogo che può realmente approfondire la nostra comprensione del processo del cambiamento umano.

L’apertura al cambiamento associata al desiderio di accompagnare le persone nel loro processo di benessere volto alla comprensione profonda del se e dell’altro rappresenta uno scopo fondante della nostra studio virtuale saremo felicissimi quindi di lavorare insieme a voi. Scrivete alla nostra redazione

 
   
  
"Quando curi una persona puoi vincere o perdere, quando ti prendi cura di una persona puoi solo vincere” Patch Adams

"Follia è continuare a fare le stesse cose aspettandosi risultati diversi" A. Einstein

"La mente e' come un paracadute, funziona solo se si apre !" A. Einstein
   
Se avete bambini, scaricate gratuitamente questi disegni da colorare, da ritagliarecompletare.  Potrete continuare a navigare indisturbati!  Per iniziare bene la giornata